Le puttane esperte..

Le puttane esperte..

Come già anticipato precedentemente,il ruole di puttana è stato sempre il massimo desiderio della mia lei. Mardedi scorso mi sento con il suo bull e mi dice di vederci il giorno successivo che aveva voglia di scoparla e che dopo aveva organizzato una cosa per lei. Lo comunicai a lei ed il giorno seguente così facemmo. Raggiunto il suo bull andammo in un posto che questa volta aveva scelto il suo bull, la scopo come al solito poi disse verso le undici di sera di uscire che dovevamo raggiungere un posto che lui conosceva. Non chiedemmo niente ma la nostra immaginazione già andò verso il gioco di puttana che lei aveva intrapreso e che gli piaceva molto. Raggiunta l'ora stabilita ci mettemmo in macchina e andammo verso questa meta a noi sconosciuta e che sapeva solo lui. Dopo trenta minuti di macchina si diresse verso una strada poco illuminata ogni venti metri si incontravamo delle coppie di prostitute che stazionavano ai bordi della strada, facemmo ancora qualche chilometro raggiunto un luogo dove c'erano due prostitute ferme vedemmo che decellero e si fermo qualche metro più avanti, scese dalla macchina si incammino verso di loro scambio due chiacchiere poi ritorno verso di noi e disse a lei di scendere dalla macchina. La porto verso le due prostitute io restai in macchina dopo qualche minuto ritorno da me girrammo la macchina e ci fermammo dopo venti metri in modo che vedevamo tutte e tre insieme. Poi lui mi spiego che il giorno prima aveva parlato con queste due prostitute per farla battere come una vera troia vicino a loro, e che il suo ricavato sarebbe andato a loro così subito accettarono. A me già si era indurito al massimo nei pantaloni avrei voluto già segnarmi, ma riuscii a trattenermi. Vedemmo da lontano che le due gli cacciarono le tette fuori e gli tolsero la minigonna facendola rimanere solo col perizoma. Dopo quindici minuti si ferma una macchina qualche minuto di chiacchiere e la vedemmo salire in macchina si allontanarono più avanti in un sentiero buio, dopo una ventina di minuti la riaccompagno di nuovo sul posto. Dopo altri quindici minuti veddommo fermarsi un furgone bianco sporco di fango solite chiacchiere e la fecero salire e si allontanarono per raggiungere il solito posto. In tutto quella sera soddisfo nove clienti. Ci avvicinano per riprenderla sali in macchina e prendommo la direzione di ritorno, il suo bull gli chiese come era andata lei rispose tutto bene tranne il tizio con il furgone bianco. Ci disse che era un cliente fisso delle due puttane appena si fermo una delle due gli disse che avevano della merce nuova se voleva provarla lui la guardo e disse falla salire questa troia, lei quando lo vide voleva rifiutare ma loro gli disse che non poteva scegliere con chi andare e che i clienti non si rifiutano. Ci racconto che era un uomo tozzo di campagna aveva ancora gli stivali al piede che usava in campagna indossava una canottiera e quando sali nel furgone c'era una puzza terribile di sudore. Lui molto tozzo nei modi, basso di statura una pancia che urtava vicino al volante. Raggiunto il posto lui accese una lampada di emergenza disse che quando scopava gli piaceva avere la luce accesa, poi apri lo sportello del furgone scese andò verso il suo lato e gli disse ti scopo nel vano del furgone ma prima di scopare io piscio prima, si abbasso i pantaloni e si mise ad urinare poi la chiamo e disse prendilo in bocca lei voleva rifiutare ma lui con modi duri gli disse muoviti e succhiarlo, lei si inginocchiò e lo fece in quel momento avrebbe voluto scappare ma doveva adempiere al suo compito... Mentre succhiava lui disse troia io sono abbituato al completo bocca, fica e culo, poi disse basta succhiare ora devo chiavare apri il portellone posteriore c'erano attrezzi da lavoro molto sporco ed un piccolo materasso la fece mettere a pecora lì sopra si sistemo per bene il preservativo e con un solo colpo glielo infilo nella fica mentre la puzza di sudore aumentava. Dopo alcuni colpi lo sfilò e glielo mise nel culo aveva un cazzo non molto lungo ma una cappella bella grossa. La blocco con tutta la sua forza e gli diede dei colpi molto violenti e così venne. Poi la riaccompagno saluto le altre due e andò via. Poi loro gli disse che era loro clienti da anni e che l 'avevano fatto venire apposta. Complessivamente quella sera si è fatta nove clienti, dopo il sesto lei voleva andare via ma le du gli dissero di no, poi venne una macchina con tre di loro lì scopo e così la fecero andare... Con il patto che quando vuole ritornare sarà la benvenuta...