Il mio rapporto col sesso /4

La prima coppia, ricordo indelebile.

Avevo conosciuto Fabio ed Elena (nomi di fantasia) a metà del 2019, facendo come ogni anno il cassiere di un supermarket non lontano da casa nel periodo estivo.
Alcune volte passava solo lui, altre solo Elena raramente in coppia.
Al di là di qualche occhiata da parte mia ricambiata (fino all’episodio che sto per raccontare non ero però sicurissimo), con Elena solo rapporti cordiali e formali, con Fabio invece si era subito stabilito un ottimo ed amichevole rapporto, frutto di una reciproca simpatia suppongo.
Sta di fatto che una domenica mattina incontro il Fabio al bar che frequento e mi siedo vicino a lui, prendiamo insieme un caffè.
Iniziamo a parlare di sesso, di quante ragazze mi scopo (non tutte quelle che vorrei) io che rilancio “Beato te hai una moglie sensualissima e secondo me anche molto calda a letto” (ma si, siamo in vena di confidenze o no?).
A questo punto lui si rabbuia mi chiede di avvicinare il volto al suo e mi confida che aveva rapporti saltuari con la moglie che si risolvevano in un semplice rapporto del missionario e non trovava più quella eccitazione di una volta, voleva ravvivare il rapporto con la moglie e provare ad avere una forte eccitazione nel vedere Elena che godeva con altri uomini e voleva masturbarsi nel vedere le movenze sconce dei due corpi.
Dopo una pausa di qualche secondo mi dice “Voglio sia tu l’amante di Elena. Anche se non ne abbiamo mai parlato apertamente lei mi dice sempre che sei proprio un bel ragazzo molto educato” Quasi mi va il caffè di traverso (non immaginavo), ma rientro subito in me stesso e gli calo una risposta convinta del tipo “Sarebbe per me fantastico, sono tutto tuo e di Elena se volete”!

Elena, una bella signora bionda sui 45, seno che si faceva immediatamente notare anche se non enorme, belle gambe, bella pelle molto curata.
Il sabato successivo nel pomeriggio sempre al bar prendiamo un aperitivo e ci spostiamo subito dopo a casa dove ci attendeva Elena la quale sapeva del nostro incontro ma non immaginava che il rapporto si sarebbe consumato immediatamente. Fabio gli aveva detto che ci saremmo solo conosciuti.

Entrammo in casa e trovammo Elena vestita con una gonna elegante e camicetta molto sexy che lasciava intravedere il seno fantastico.
Mi presentò ad Elena la quale in quel momento era molto imbarazzata poiché non era mentalmente pronta ad un incontro con uno sconosciuto e non indossava la sua biancheria intima sexy che utilizzava nelle occasioni speciali (come mi disse dopo).
Fabio trovò Elena molto timida ed imbarazzata e prese subito l’iniziativa dicendole che mi aveva incontrato e che mi trovava adatto per provare quel rapporto cuckold di cui avevano parlato e che si voleva eccitare nel vederci.

Elena si lamentò dicendo che avrebbe preferito che fosse stata avvertita prima.

Fabio a questo punto per rompere il ghiaccio iniziò a sfilarle la camicetta per farmi vedere il suo seno bello, sodo con due capezzoloni circondati da un’areola scura e rialzata.
Anch’io ero un po’ imbarazzato perché Lei era molto timida, sicuramente voleva giocare, ma sia nel vestiario che nella preparazione non era ancora pronta.
Dopo aver sbottonato la camicetta il marito inizio a sbottonarmi la cinghia e la patta dei pantaloni, iniziando uno spogliarello di noi due in contemporanea.
Fabio ci servì un prosecco ghiacciato e questo deve aver fatto scattare quella scintilla per dare inizio ai giochi.
Mai prosecco fu quanto mai benedetto ed è stata la miccia che ha generato la detonazione.
A questo punto mi tolsi del tutto i pantaloni non i boxer attillati, quelli dopo!
Completai lo spogliarello di Elena, prendendomi del tempo per ammirare quello stupendo corpo con il suo inebriante profumo di femmina che emanava, gli tolsi la gonna il reggiseno ed infine le mutandine, ed iniziai a palpeggiarla.
Solo a questo punto mi tolsi lentamente i boxer, volevo che lei mi guardasse e guardasse il cazzone che celavano, ci trovammo nudi l’uno di fronte all’altro con Fabio sdraiato nella poltrona vicino al letto che inizio ad ordinarci quello che dovevamo fare, dicendoci che gli piaceva se aderivamo ai suoi desideri.
Per prima cosa ci ordinò di darci un bacio in bocca.
Richiesta alla quale sia io che Elena aderimmo immediatamente, soprattutto vedemmo che Fabio si era già fortemente eccitato nel vederci baciare ed aveva iniziato una veloce masturbazione.
La cosa iniziava a piacermi poiché Elena dopo il bacio si era lasciata trasportare dalle mie effusioni e dalle mie carezze, anche lei era molto contenta nel vedere il marito estremamente eccitato e che si masturbava nel vederci baciare.
Subito dopo, il marito ordinò “Adesso scendi con la bocca fino al cazzo e fagli un bel pompino” ad Elena piaceva molto evidentemente il mio cazzo, me ne accorsi dalla voracità con cui lo aveva preso in bocca.

Fu interrotta sul più bello poiché Fabio gli ordinò di nuovo di baciarmi.

Il bacio in bocca da parte di Elena lo aveva mandato in tilt lo eccitava da matti e probabilmente aveva fatto scattare in lui qualche scintilla nella mente, vedere la propria moglie che scambiava effusioni con un altro uomo lo aveva divertito ed eccitato oltre misura.
A questo punto presi io l’iniziativa per leccare la stupenda fica pelosa (grande!) di Elena, leccarla mi piaceva moltissimo e mi ci sono impegnato con un rapido e continuo slinguettamento alla ricerca della massima stimolazione del suo clitoride.
Elena forse non aveva mai provato un rapporto orale cosi intenso e profondo come quello che gli facevo provare e si era bagnata tutta.
Intervenne nuovamente Fabio che ci chiese un nuovo bacio che a questo punto fu molto breve poiché per soddisfare il marito ci eravamo già molto dilungati.
Approfittai a questo punto di prenderla a pecorina con i nostri visi rivolti verso Fabio che ci chiese di provare un 69 che lo aveva eccitato molto. Anche questa volta aderimmo alla sua richiesta.
Io disteso sul letto con lei sopra a me. Che spettacolo vedevo tutti e due i buchi di Elena completamente dilatati ed era uno spettacolo della natura.
Anche in questa posizione continuò a leccarmi la cappella per poi passare alle palle e ritornare alla cappella la sua bocca aveva un continuo cambio di posizioni che mi facevano provare sensazioni nuove.

Ad un certo punto Fabio si avvicino ad Elena per confabulare con Lei.
Non avevo dato peso alla cosa poiché impegnato a leccare la sua fica fradricia di umori e lei che ricambiava con passione.
Non avevo capito al momento cosa si erano detti ma ero molto eccitato.
Il bello sarebbe venuto dopo.
Sentivo a questo punto una calda bocca che faceva su e giù con una certa intensità, era stata messa tanta saliva e la bocca scorreva che era una meraviglia.
Non sentivo più la voce di Fabio che impartiva ordini ma non avevo dato peso.
Non potevo vedere cosa mi faceva questa bocca perché ero completamente coperto dai due buchi di Elena.

La cosa continuò per altri cinque minuti fino a quando non potevo resistere più e dovetti sborrare.
Le sorprese non finirono qui perche quella bocca aveva ingoiato tutto la mia sborra.
A questo punto spostai Elena dalla mia faccia, anche perché lei aveva già squirtato, e vidi che l‘autore del bocchino, almeno nella parte terminale, era stato il marito cioè Fabio.
Fui sorpreso ma al tempo stesso avevo goduto come non facevo da tempo.
Fabio si giustificò dicendomi che la cosa non era stata preparata e studiata a tavolino e che vedendoci baciare aveva perso completamente la testa, vedendoci avvinghiati in un 69 aveva pensato bene di ringraziarmi completando il bocchino della moglie e di ingoiare tutto il mio nettare.

Anch’io non ero preparato a questo bocchino da parte del marito ma sapevo solo che avevo goduto molto.
Credetti a Fabio che il rapporto orale era stato casuale e non preparato perché lo avevo visto eccitato come non mai a masturbarsi con una certa intensità.
Ci fermammo a lungo a letto tutti contenti : io perche avevo avuto una pompa stupefacente, Elena aveva squirtato più volte con la mia lingua, Fabio si era eccitato come non mai ed aveva trovato quella trasgressione che cercava da tempo.
Ci vestimmo in fretta poiché a breve sarebbero ritornati i figli e dovevamo lasciare libera la casa.
Che dire, nell’incontro ho avuto anche un rapporto con un cuckold che si è rilevato un bisex passivo, mi ha soddisfatto molto anche se non ero preparato e non mi era stato detto nulla.
Fabio ed Elena se leggete il racconto posso dire che vi ringrazio dell’ospitalità e delle soddisfazioni che mi avete dato e sono felice che abbiate trovato una minima trasgressione. Lo abbiamo poi rifatto a fine estate, ne scriverò poi.